Giornale del 28 Settembre 2015

Lufthansa difende il suo DCC: ‘Nessun calo del booking’

ATTUALITA'

28-09-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Crollo delle prenotazioni sì o no? «La situazione di Lufthansa è rimasta invariata, finora non abbiamo registrato nessun cambiamento significativo». Lo dice chiaro e tondo la portavoce del gruppo, Claudia Lange, in un’email inviata a Travel Weekly. «Siamo in linea con le previsioni di booking», aggiunge.


La nota dell’azienda smentisce la notizia riportata da Tnooz, e poi ripresa dagli altri media di settore, sul calo del 16,1% delle prenotazioni attraverso gds in Europa nelle due settimane successive all’introduzione del Distribution Cost Charge (DCC), il supplemento di 16 euro sui biglietti acquistati attraverso gds, introdotto dal 1° settembre.


Un calo che, stando al report pubblicato dalla rivista di travel technology, riguarderebbe tutte e quattro le compagnie del gruppo tedesco: Lufthansa, Austrian Airlines, Brussels Airlines e Swiss International Airlines.


Nel frattempo, in Italia, continuano le polemiche. Nei giorni scorsi è stato convocato un tavolo tra le principali associazioni di categoria – Fiavet, Astoi e Assoviaggi – per affrontare la questione DCC. Un incontro che si è risolto con la decisione di attendere la pronuncia dell’Ue, prevista per metà ottobre, dopo la formale richiesta di intervento avanzata dall’Ectaa - European Council of Travel Agent Association, che ha prospettato una palese violazione delle regole di libera concorrenza.


Ultimi articoli in ATTUALITA'