Giornale del 12 Novembre 2015 - Speciale Focus Oman - sfoglia il giornale

Spiedini e tonno allo zenzero

sulle tavole omanite

Focus Emirati & Oman

12-11-2015 NUMERO: 32

Invia
Piatto caffè Oman

Grazie alla sua posizione geografica, l’Oman è stato crocevia di scambi e commerci. L’incontro di etnie si riflette sulla gastronomia con contaminazioni da Asia e Africa.

 

Tra le ricette da gustare in un viaggio nel sultanato, da non perdere la shuwa, tipica delle feste, a base di carne di capra o agnello in un composto speziato avvolto in foglie di banano e cotta alla brace. Sempre a base di carne, il mishkak è il tipico spiedino omanita. Mentre il samak bil narjeel è un piatto di pesce, in prevalenza tonno e sardine, marinato con zenzero, peperoncino lime e sale, e poi cucinato in una salsa di latte di cocco e aglio. 

 

La cucina di tutti i giorni include anche un’ampia varietà di zuppe, con verdure, lenticchie, e un grande utilizzo del riso aromatizzato come contorno. Fra i piatti ‘fast’ è molto comune il shawarma, simile al doner kebab, di pollo o agnello, servito con pomodori e insalata, il tutto arrotolato nel classico pane arabo; in alternativa, il msanif, piccole polpette di carne e aromi, fritte in padella.

 

Tra i dessert il più popolare è l’halwa, (in arabo “dolce”), una torta gelatinosa con noci, mandorle e acqua di rose, simbolo dell’ospitalità omanita.


Ultimi articoli in Focus Emirati & Oman