Giornale del 03 Giugno 2016 - Speciale Viaggiare Giovani - sfoglia il giornale

Giovani in agenzia: un dialogo possibile

Speciale Viaggiare Giovani

03-06-2016 NUMERO: 18

Invia
Sorpresa: i giovani varcano ancora la soglia delle tradizionali agenzie viaggi per una consulenza “in carne e ossa”. Hanno in testa Spagna e Grecia da raggiungere al minor costo possibile. Ma non rinunciano a qualità e sicurezza. Il compito dell’adv? Saper intercettare le loro esigenze, con professionalità.

Ai più scettici diciamo: sì, i giovani vanno ancora in agenzia per consigli e prenotazioni. Con budget ridotti, mille euro a testa i più “fortunati”, cercano sicurezza e professionalità, «e quel rapporto umano che non trovano nel web», sottolinea Agnese Zangrillo, responsabile viaggi di Quattrozeta Viaggi a Formia, Latina, che puntualizza come le prenotazioni online non sempre siano vantaggiose, «e in caso di frodi o difficoltà con voli e strutture il cliente non è tutelato». Zangrillo, che lavora con Carambola e Margò di Eden, aggiunge: «Hanno mediamente 400 euro a testa per una settimana».


Nonostante la concorrenza del web, anche in una grande città come Milano i giovani cercano le adv, «per ascoltare il parere di un esperto», precisa Lorenza Ingrao, responsabile viaggi di Atlante Viaggi. «Certo, la maggior parte prenota qui per un’occasione speciale come la maturità o la laurea. Alcuni tour operator propongono pacchetti ad hoc».
Le mete più richieste Ibiza, Formentera e le isole greche; per il lungo raggio, Thailandia e Caraibi, «ma solo per chi può spendere più di mille euro». Atlante Viaggi costruisce pacchetti con Turisberg e Margò di Eden.

Che siano occasioni speciali o vacanze, i giovani sono clienti da Apollo Viaggi a Sassuolo, Modena. «Per la consulenza, e soprattutto per la possibilità di dilazionare il pagamento, online invece paghi tutto e subito. Chiedono le principali città europee e il mare in Spagna, a Malta o in Croazia. Per risparmiare, con 800-1.000 euro a disposizione vanno in appartamento», ci dicono dall'agenzia. Apollo Viaggi lavora con Eden e Il Piccolo Tiglio. «Inviamo newsletter con promozioni, in vetrina le offerte più vantaggiose. Vogliamo dare loro ciò che chiedono, al minor costo».

C’è una sottile nota polemica nelle parole di Francesca Rizzi, titolare di Display Viaggi a Udine: «Nella mia agenzia i giovani sono circa il 20-25%. Pochi. È cambiato il nostro modo di lavorare. Per farli entrare bisogna puntare su una maggiore personalizzazione, diventare un po’ psicologi. Vogliono partire con pochi soldi? Bene, accontentiamoli con proposte convenienti e adatte esclusivamente a loro. Ecco che il nostro lavoro assume professionalità». I giovani risparmiano sulla biglietteria aerea e sul soggiorno, cercano appartamenti o b&b, amano l’Europa e per le vacanze la Sicilia o la Grecia, qualcuno Capo Verde. Margò di Eden, Carambola di Alpitour e I Viaggi del Turchese i tour operator utilizzati.

«Vogliono consigli su logistica e certezza dei servizi, che solo un’agenzia può garantire», dice Fabrizio Bastianoni, titolare di Ciclone Viaggi a Sesto Fiorentino, Firenze. «Grazie a internet sono più informati e conoscono le mete dove divertirsi al giusto prezzo». Quindi, spazio a Ibiza, Mykonos e Rodi in appartamento e con budget tra 500 e 1.000 euro a testa. «Garantiamo prodotti low cost a elevati standard di sicurezza e qualità insieme a Carambola o Margò». Una ricetta vincente: su 10 giovani che hanno prenotato da Ciclone Viaggi, il 60-80% circa è tornato.

 

I ragazzi del sud si fidano e si affidano
Due diverse realtà nella provincia di Salerno e due risposte identiche: il 40% dei loro clienti è composto da giovani. E giovanissimi.
Nancy Cavallaro, banconista di Cupido Viaggi a Scafati, ci dice che al sud ci si sposa presto, e i ragazzi prenotano in agenzia i loro viaggi di nozze. Per le vacanze scelgono la Spagna e la Grecia con circa 600 euro di budget, «piace anche Budua, in Montenegro. E chi può va in Thailandia e Messico».
Cupido Viaggi si promuove attraverso i social network, «anche se la nostra realtà favorisce il tradizionale passaparola. Lavoriamo con Balkan Express, Bongi Travel e Mari del Sun», conclude Cavallaro.


L’adv dà sicurezza anche ai genitori
«L’agenzia di viaggi tradizionale dà ai giovani la sicurezza totale del viaggio, e fa stare tranquilli anche i genitori», spiega Rosa De Martino, socia titolare di Travel Time a Pontecagnano (Salerno).
Dispongono di 300-500 euro a testa a settimana per la Spagna o la Grecia, «destinazione quest’ultima verso cui stiamo facendo operazioni commerciali con voli charter che partono direttamente da Salerno per Zante e Corfù, iniziativa che promuoviamo con i social». De Martino lavora con Travel Before, Su e Giù per il Mondo e Bongi Travel, «ma molti viaggi li pacchettizziamo noi».

Silvia Pigozzo

Ultimi articoli in Speciale Viaggiare Giovani