Giornale del 30 Giugno 2016 - Speciale Oceano Indiano - sfoglia il giornale

C'era una volta il volo diretto

Speciale Oceano Indiano

30-06-2016 NUMERO: 22

Invia
Allegati all'articolo:
Golfo, Golfo e ancora Golfo. Anno dopo anno è sempre più difficile per chi vuole andare in vacanza nella tradizionali mete dell’Oceano Indiano riuscire a trovare un volo diretto da Malpensa o da Fiumicino. Meglio allora transitare da uno dei grandi hub mediorientali – Istanbul compresa – per raggiungere con ottime coincidenze anche dall’Italia destinazioni come Maldive, Mauritius, Seychelles.

Si comincia con Emirates che, oltre a volare su Malé, per la summer 2016 ha introdotto l’A380 configurato con due classi di servizio (in tutto sono 615 i posti a bordo) per operare tutti i giorni tra la sua base di Dubai e Mauritius. Dall’isola, i collegamenti per l’Europa (e l’Italia) sono assicurati anche da Air Mauritius, premiata come migliore vettore dell’Oceano Indiano per il decimo anno consecutivo, che vola più volte al giorno su Parigi CDG e ogni settimana su Londra con avvicinamenti da Milano, Roma, Bologna, Venezia, Napoli, Torino, Firenze, Genova.


Punta sulle Maldive invece Saudia, che con l’inizio dell’orario estivo ha iniziato ad operare con un Boeing 777-200ER da 341 posti sulla rotta Jeddah-Malé-Colombo, due volte al settimana.
Sempre su Malé, confermati per l’estate i collegamenti no-stop da Doha di Qatar Airways; il vettore, poi, dal 12 dicembre inizierà a operare anche sulle Seychelles.
Proprio l’arcipelago con capitale Mahé può essere raggiunto facilmente via Abu Dhabi da Milano, Roma e Venezia grazie all’accordo di codeshare siglato lo scorso anno da Air Seychelles con Alitalia ed Etihad. La connenction di Air Seychelles ad Abu Dhabi è operata con uno dei due nuovi Airbus A320 della compagnia, configurato in due classi di volo con 16 posti in Business e 120 in Economy; nel caso di attese troppo lunghe tra le coincidenze è inoltre previsto lo stop over gratuito di una notte ad Abu Dhabi.


Per quanto riguarda invece Turkish Airlines, la compagnia turca dopo aver iniziato lo scorso dicembre la rotta Istanbul– Mauritius-Antananarivo (quattro volte a settimana), dal 31 ottobre lancerà anche il collegamento nostop per le Seychelles, tre volte ogni sette giorni. Durante l’estate, poi, sarà più facile raggiungere Antananarivo con Air Madagascar. La compagnia effettuerà due collegamenti settimanali da Roissy, e uno da Marsiglia. Inoltre, per soddisfare l’alta domanda estiva verranno introdotti voli supplementari da Parigi durante il mese di agosto; dall’Italia sono previsti accordi di avvicinamento da Bologna, Roma, Genova, Milano, Torino, Venezia.


Sul fronte dei voli senza scalo dall’Italia, l’offerta estiva si limita agli operativi settimanali di Meridianafly dalla sola Milano Malpensa per Mauritius e Nosy Be, e a quelli di Neos per le Maldive da Milano e da Roma, a cui si aggiunge sempre da Malpensa il collegamento per Nosy Be.


Chiudono il panorama dell’offerta sull’Oceano Indiano due vettori tedeschi: la low cost di lungo raggio del gruppo Lufthansa, Eurowings, che già opera sulla rotta Colonia-Mauritius una volta a settimana, ha in programma di raddoppiare le frequenze dal 19 dicembre; Condor Airlines, che quest’estate già vola ogni settimana per Seychelles, Maldive e Mauritius. Dal 13 settembre, però, i voli per le Seychelles diventeranno due a settimana da Francoforte, mentre quelli per Mauritius aumenteranno fino a  essere cinque ogni sette giorni da Francoforte e due da Monaco.

Anche in crociera nell'Oceano Indiano 

Dopo il volo e l'eventuale stop-over, infine, si può andare alla scoperta dell'Oceano Indiano in crociera con la neoClassica di Costa.

Due settimane nell’Oceano Indiano tra Maldive, Sri Lanka e India durante la prossima stagione invernale. È questa la scommessa di Costa Crociere, che dal 15 dicembre 2016 al 10 marzo 2017, lancia un nuovo itinerario a bordo di Costa neoClassica, con partenze da Male o Mumbai. Si tratterà di una formula differente rispetto alle proposte più tradizionali, con lunghe soste e pernottamenti. L’imbarco è previsto da Male, ma sarà possibile anche a Mumbai, effettuando in questo modo anche due crociere da una settimana ciascuna.

Dopo la sosta di due giorni tra gli atolli di Male – gli ospiti potranno andare in barca da Male al Paradise Island Resort – la tappa successiva sarà lo Sri Lanka: a Colombo, ad esempio, si visita l’orfanotrofio degli elefanti Pinnawela, un parco di 25 ettari che il Governo dello Sri Lanka ha destinato alla cura degli animali abbandonati nella foresta.

Meta successiva l’India, prima a Goa – tra le diverse escursioni ci sono un tour della vecchia città e della capitale Panjim e una visita alla Basilica del Bom Jesus, Patrimonio dell’Umanità Unesco – e poi a Mumbai, New Mangalore e Cochin: tra le escursioni possibili, una visita in tuk-tuk al villaggio di Kumbalangi e un giro a bordo di una houseboat nelle blackwater del Kerala. Costa neoClassica farà dunque ritorno a Male, terminando l’itinerario alle Maldive.

Giorgio Maggi

Ultimi articoli in Speciale Oceano Indiano


Azemar

30 Giugno 2016

Amo il Mondo

30 Giugno 2016

Condor

30 Giugno 2016

King Holidays

30 Giugno 2016

Francorosso

30 Giugno 2016

Acentro

30 Giugno 2016

Futurviaggi

30 Giugno 2016

Gastaldi

30 Giugno 2016