Giornale del 04 Novembre 2016

La Cina sul tetto del mondo

per i viaggi d'affari

BUSINESS TRAVEL

04-11-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
Una crescita nel 2016 del 9,2% fino ad arrivare a un giro d'affari di 317,9 miliardi di dollari. Secondo il nuovo studio Gbta Bti Outlook - Cina 2016 H2, il Paese con gli occhi a mandorla si conferma, nonostante il relativo rallentamento nella crescita economica, uno dei mercati più dinamici per i viaggi d'affari in tutto il mondo.

Nel 2017, poi, è previsto un ulteriore aumento dell'8,4% che porterà la spesa totale cinese per viaggi d'affari a 344,6 miliardi di dollari. Una cifra decisamente superiore ai 293,1 miliardi di dollari che, sempre lo stesso studio, prevede che registreranno gli Stati Uniti. A subire una flessione, però, saranno le trasferte all'estero degli uomini d'affari cinesi, già poche in un mercato i viaggi di lavoro domestici rappresentano oltre il 95% della spesa totale per viaggi di lavoro. Se infatti nel 2016 le trasferte outbound sono cresciute del 8,3%, il prossimo anno aumenteranno solo del 2,6% a causa della minore domanda di prodotti cinesi da parte di Usa, Canada ed Europa.

Sempre nei prossimi dodici mesi, Gbta si aspetta che i prezzi dei biglietti aerei in Cina aumentino solo dello 0,6%, mentre continueranno a essere sempre più significative le spese per i servizi ancillari. Le tariffe hotel aumenteranno meno rispetto alla generale inflazione dei prezzi al consumo in quanto la domanda continua a calare, mentre prosegue il piano di nuove aperture di strutture. Gbta si aspetta anche un aumento del 1,6% delle tariffe medie giornaliere per camera nel 2017.

Ultimi articoli in BUSINESS TRAVEL