Giornale del 10 Novembre 2016 - Speciale Oman & Emirati Arabi - sfoglia il giornale

Abu Dhabi cresce con parchi e crociere

Focus Emirati & Oman

10-11-2016 NUMERO: 32

Invia
Allegati all'articolo:
Come stop over, destinazione secca o magari in crociera: gli italiani stanno imparando a conoscere meglio Abu Dhabi. «È una meta sicura e a solo 5-6 ore di volo dall’Italia, collegata benissimo grazie ai voli giornalieri Etihad Airways e Alitalia da Milano, Roma e Venezia». A dirlo è Dora Paradies, country manager Italia di Abu Dhabi Tourism & Culture Authorithy.
 

Al momento la destinazione offre un totale di 30.121 camere distribuite tra 168 hotel e aparthotel. Lo sviluppo è costante e molto veloce, con nuove aperture che si susseguono nel corso dell’anno. Tra le nuove strutture, l’ente segnala l’apertura il 15 ottobre del Bab Al Qasr Hotel della catena Millennium Hotels and Resorts, mentre nel 2017 apriranno i battenti il Grand Hyatt Abu Dhabi Emirates Pearl, il Fairmont Marina, seguiti dal Jumeirah Saadiyat Island e Saadiyat Rotana. «La destinazione, dunque, è in continua evoluzione – prosegue Paradies – e lo dimostrano le nuove attrazioni recentemente inaugurate al Ferrari World, come ad esempio le nuove montagne russe Flying Aces o l’annuncio dell’apertura nel 2018 del nuovo parco tematico con hotel Warner Bros, World Abu Dhabi @ Yas Island».
 

Nei primi otto mesi dell’anno è stato registrato il +8% di arrivi internazionali, con una media di 3 notti di soggiorno. L’Italia è il 4° mercato europeo dopo Regno Unito, Germania e Francia, con 41.509 hotel guest e 157.685 pernottamenti, stabili rispetto al 2015. In più nell’ultimo anno sono transitati oltre 230mila passeggeri e 113 navi, grazie anche al ritorno di Msc Crociere nel nuovo terminal dello Zayed Port.


Ultimi articoli in Focus Emirati & Oman