Giornale del 15 Novembre 2016 - Speciale BizTravel Forum - sfoglia il giornale

Stati Uniti verso il primo Ipw dell'era Trump

FIERE

15-11-2016 NUMERO: 33

Invia
Trump o non Trump, l'industria a stelle e strisce del travel va avanti e sceglie Washington come sede dell'edizione 2017 dell'International Pow Wow, in programma dal 3 al 7 giugno. «Negli ultimi mesi abbiamo lavorato con esponenti di entrambi gli schieramenti in lizza, spiegando che il turismo può portare benefici a tutti, indipendentemente dal colore politico», ha detto Malcolm Smith, general manager di Ipw, in visita a Milano.

 

ipw milano - loquenzi In attesa dell'insediamento della nuova amministrazione, quindi, prosegue il lavoro di lobby per far capire quanto sia importante inserire l'industria del travel tra le priorità. «Siamo fiduciosi sul risultato finale, del resto il nuovo presidente conosce bene il mondo alberghiero», ha aggiunto il gm. Tra i temi caldi da affrontare con i vincitori delle elezioni, ci sono il mantenimento delle disposizioni che permettono ai viaggiatori di entrare negli Stati Uniti con regole sicure come il Visa Waiver Program e l'Esta.

 

Intanto, proprio i due più importanti aeroporti italiani (Malpensa e Fiumicino), sono stati scelti dal governo degli Stati Uniti insieme ad altri nove del mondo (in tutto i candidati erano 21) per poter effettuare i controlli di pre clearance. Questo significa, spiega una nota di Sea, «che a breve tutti i passeggeri diretti da Milano (e da Roma, ndr) agli Stati Uniti effettueranno i controlli dell’Immigration già a Malpensa, e quando atterreranno negli Usa potranno uscire dall’aeroporto evitando le code al controllo passaporti e senza ritirare il bagaglio se in transito». L'introduzione effettiva di questo tipo di controlli, però, non sarà immediata, «potrebbe volerci circa un anno e mezzo».

 

L'incontro milanese è stato anche l'occasione per dare qualche cifra sull'edizione 2017 dell'Ipw. «Washington non è una città famosa e grande come altre negli Stati Uniti, ma sta crescendo molto. Per l'International Pow Wow sono attesi 6mila delegati tra cui 1.300 buyer e 500 rappresentanti dei media», ha spiegato Michael Martin, international maeketing manager della rassegna.

 


Ultimi articoli in FIERE