Giornale del 30 Novembre 2016 - sfoglia il giornale

Thomas Cook, rifinanziamento al via

con un bond da 300 milioni di euro

OPERATORI

30-11-2016 NUMERO: 34

Invia
Thomas Cook, il gigante inglese dei viaggi organizzati, ha bisogno di liquidità. Dopo aver annunciato agli azionisti, la scorsa settimana, la distribuzione di un dividendo, per la prima volta negli ultimi cinque anni, nonostante un calo dei profitti registrati nell'ultimi anni, il Gruppo londinese ha emesso un bond del valore di 300 milioni di euro per rifinanziare vecchie obbligazioni che scadranno il prossimo giugno e nel 2020.

 

Nelle intenzioni del management, l'offerta, che scade il prossimo 8 dicembre, andrà a rafforzare la posizione finanziaria della società, aumentando la liquidità e estendendo l'orizzonte di scadenza dei debiti. Il nuovo bond, infatti, ha validità fino al 2022, anche se esiste un'opzione per Thomas Cook di ripagarlo entro i prossimi due anni e mezzo. "La nuova emissione ci permette di andare incontro al nostro obiettivo di ridurre a 300 milioni di sterline il nostro indebitamento entro al fine del 2018", si legge in una nota delle società.
 


Ultimi articoli in OPERATORI